Come si fa a creare un sito ecommerce

Hai l’idea di sviluppare un sito ecommerce e vuoi capirne di più ? Vuoi conoscere un po’ di questo mondo e capire come si fa a fare un sito ecommerce ? Magari capire quali passaggi effettuare per realizzarlo ? Vediamo insieme i passaggi che dovresti conoscere.

Il primo passo per fare il tuo ecommerce

Considerando che tu voglia realizzare e fare un sito ecommerce professionale e che quindi andiamo a scartare direttamente tutte quelle soluzioni terze con un numero limitato di prodotti in vendita e di scalabilità limitata.

Per scalabilità limitata, intendo che non ci permettono di creare strategie adeguate, design ottimizzati e personalizzati, offrendo l’inserimento limitato di prodotti, gataway di pagamento limitati, ecc…

 

1) Il Dominio e Il Server

 

Andiamo subito, ad esaminare il prodotto o i servizi che tu vuoi vendere, come li vuoi vendere, quali obiettivi vuoi raggiungere, chi sono i tuoi potenziali clienti e chi sono i tuoi competitors.

Una volta che conosci tutti i dati puoi passare all’acquisto del dominio e dello spazio Web.

L’acquisto dello spazio web è fondamentale, poichè avere un dominio e di conseguenza il sito su uno spazio web ( server ) lento, ci comporterà la perdita di molti clienti.

Il server ( Forse li conosci come provider, sono quelli come aruba che forniscono il servizio dove noi appoggiamo il nostro sito ).

Avere un server o hosting, veloce significa già avere un vantaggio , la velocità nel 2021 per i tuoi potenziali clienti è tutto, i tuoi clienti passati 20 secondi se non riescono ad acquistare, perchè le tue pagine non si caricano, abbandonano il sito.

 

2) La scelta per lo sviluppo del sito ecommerce

 

Dopo aver scelto il dominio e il server, aver pianificato la scalabilità del tuo progetto e dove vuoi vendere, scegli  come sviluppare il tuo ecommerce.

Puoi anche scegliere in base alle tue competenze, se sarai tu a doverlo gestire oppure assumerai un dipendete per la gestione del sistema.

Si, il tuo sito web ecommerce si deve gestire, devi gestire i clienti, le spedizioni, gli ordini, devi gestire gli eventuali marketplace integrati, se hai un negozio fisico, devi gestire anche questo, intergrato all’ecommerce ( magari con un gestionale) se non ti puoi permettere un gestionale , devi lavorare di più.

Cosa credevi ? Che si gestisse da solo ? Poi parleremo anche della gestione SEO e del Marketing.

Tornando allo sviluppo, in base al progetto si può fare un ecommerce con vari CMS come:

– Prestashop
– Magento
– WordPress + Woocommerce
– Joomla + Virtuamart
– Shopify ( In abbonamento )

Quindi, scegli anche lo sviluppatore giusto, cioè il web design che abbia una buona conoscenza del settore ecommerce, magari con ottime conoscenze SEO.

 

2) Le Integrazioni al tuo sito Ecommerce

 

Ora ,durante lo sviluppo del tuo ecommerce e al progetto, devi pianificare una strategia SEO almeno nel medio-lungo periodo, il tuo sito non può e non deve restare fermo.

Integrarlo con i vari marketplace , dove intendi inserire i tuoi prodotti ( Mi raccomando, seguendo sempre il brand e creando inserzioni in linea con il design del sito ).

Usando anche per i marketplace adeguate strategie SEO e non pensare poichè il marketplace è famoso che tu non abbia bisogno di studiare il seo per quel marketplace adeguato, anzi se sei nuovo , venderai pochissimo, senza un’ adeguata strategia.

Scegli quindi, avendo già fatta l’analisi al punto UNO:

– Il marketplace dove puntare.
– Il social dove puntare ( certo puoi puntare anche su più social , occorrono più persone e più implementazioni).
– Se hai un negozio fisico, l’eventuale implementazione con il tuo shop

 

3) Se non hai già i gatawey di pagamento – Aprili

 

Lo scrivo per onor di cronaca, ma penso tu abbia già paypal, un conto bancario, ecc..

Altrimenti te lo dirà il tuo sviluppatore o commercialista, ti servono per ricevere i pagamenti online.

Più metodi inserisci, più ampia sarà la tua clientela ( In Italia ,sono ancora convinti di offrire il contrassegno, cosa che in altri paesi è quasi abolita, questo tipo di pagamento ti risulterà un arma a doppio taglio, poichè avrai qualche cliente che te lo chiede, però riceverai parecchi resi o clienti che non accetteranno il pacco, lo dico per esperienza ormai decennale con moltissimi ecommerce ).

 

4) Crea ottimi contratti con i corrieri espressi – Ricorda il cellulare

 

Cerca il miglior partner possibile per le tue spedizioni, migliore è il servizio che riuscirai ad offrire, più ritorni al tuo ecommerce otterrai.

Cerca di offrire la spedizione gratuita. Includila nel prezzo del prodotto.

Inserisci nel tuo ecommerce, l’integrazione del tuo corriere espresso in modo da effettuare le spedizioni direttamente dal loro sito, senza perdere tempo manuale per creare le lettere di vettura, guadagnerai tempo per l’imballaggio.

Fai inserire obbligatoriamente il numero di cellulare dei clienti, in questo modo eviterai la maggior parte delle giacenze e quindi di soldi inutili.

 

5) Le schede prodotto e le Immagini

 

Quando vai a creare le schede prodotto e le immagini, ricordati la seo per il prodotto.

Ottimizza ogni scheda prodotto con una keyword specifica, inserisci oltre ad una caratteristica tecnica del prodotto, una descrizione di almeno 300 parole, descrivi cosa fa e come può aiutare il tuo prodotto il cliente.

Usa più immagini possibili, magari anche un video di utilizzo del prodotto, ricordando sempre la seo, quindi utilizza anche il tag alt per le immagini.

 

6) La strategia Seo

 

La strategia Seo è una pianificazione a medio – lungo termine, non si ottiene solo ottimizzando il sito ecommerce e poi fermandolo.

Devi creare una serie di contenuti sia sul tuo ecommerce, sia sui social che su altri canali, per far in modo che il tuo sito acquisti popolarità agli occhi dei motori di ricerca, ci sono una serie di fattori onSite e OffSite da effettuare per fare in modo che il tuo sito acquisti valore e vendite.

 

7) La strategia PR & Advertising

 

Devi aver anche delineato la tua strategia PR Online & Advertising, se hai una linea per poter competere su google shopping oppure su instagram, se hai intenzione di creare delle recensione con degli influencer di settore.

In pratica tutti questi test che dovrai affrontare, dovranno essere delineati e studiati, perchè potranno andar bene oppure no, sicuramente poi troverai il canale più influente per i tuoi prodotti, basta solo analizzare bene il settore.

E non buttare soldi al vento.

 

8) Crescita Online del tuo ecommerce

 

Solo dopo tutto questo, e volutamente ho tralasciato, strategie DEM, landing page e altri tipi di funnel, per non dilungarmi troppo, potrai iniziare la tua crescita online.
Se , invece, vuoi vendere in dropshipping, leggi magari l’articolo di oberlo.

 

Contattami Per sviluppare il tuo E-commerce con Una Pianificazione Seo Adeguata al progetto o Per qualsiasi dubbio i consigli non si pagano!

Trattamento Privacy

6 + 10 =