10 Suggerimenti SEO per E-COMMERCE

Stai vendendo online ? O meglio, se sei qui è perchè stai iniziando a vendere online e vuoi magari 10 suggerimenti SEO per E-commerce ? Ok, ovviamente come sempre ti ricordo di effettuare una buona analisi prima di progettare il sito web, perchè devi creare una serie di informazioni preliminari dalla buyer persona alla struttura del sito alle keywords principali, per poi studiare la strategia seo da seguire e tutto il contorno .

Altrimenti, devi poi ripartire da zero o quasi, perchè devi riprendere tutto o quasi, dipende dal livello del e-commerce o dal punto dei test effettuati.

Il SEO per E-commerce Esiste ?

Si, il seo per E-commerce , malgrado le tue Credenze esiste ed è uguale a tutto il seo per i siti web, solo leggermente più complesso e più analitico dei blog.

Prima di descriverti i 10 suggerimenti per E-commerce, voglio spiegarti il Perchè il seo non è morto, semplice si è EVOLUTO.

E chi non si è evoluto definisce il seo morto è sono solo coloro che non sono esperti seo.

Perchè hai più pagine, più categorie, più prodotti, quindi, non devi creare duplicati di pagina, non devi creare duplicati di parole chiave,  non devi creare solo schede prodotto ma devi descrivere un prodotto e tanto altro, come creare un buyer persona, un archetype e quant’altro.

L’analisi è una fase importante già nei blog, figuriamoci in un E-commerce, quindi effettuala prima di svilupparlo il tuo E-commerce, almeno affidati a professionisti, se non vuoi contattare ME.

Per iniziare la tua analisi devi, almeno concentrarti su:

– Il tipo di settore che vuoi concentrarti

– Su chi sei e cosa vendi

– Dove vuoi arrivare

– I competitors maggiori

– Studio delle keywords per ogni pagina, categoria e prodotto ( dopo deve seguire la strategia seo e le keywords per incrementare traffico e potenziali clienti )

– I canali dove vuoi vendere ed espanderti ( Se devi inserirti sui marketplace devi studiare anche il seo per questi marketplace )

– Quindi costruire il Brand , creare tutto uguale, inserzioni, template, sito web, logo, banner per i social. Non creare differenze. I clienti devono riconoscerti.

– Report mensili e test A/B

– Aggiustare il tiro, dove si ha il bisogno.

 

Gli obiettivi da raggiungere con il SEO per E-commerce

Gli obiettivi che si possono raggiungere lavorando sulla SEO di un E-Commerce sono:

  • incrementare il fatturato e i ricavi di vendita,
  • accrescere la platea dei visitatori e dei potenziali clienti,
  • generare traffico,
  • costruire la Brand Reputation del negozio,
  • rendere i risultati di visibilità e di conversione duraturi nel tempo.

Visibilità online e fiducia dei motori di ricerca e dei clienti non si conquistano automaticamente, per questo è molto importante affidarsi a un buon professionista e specialista SEO per apportare i miglioramenti strategici che consentano al sito E-Store di ottenere un vantaggio competitivo di medio-lungo periodo rispetto alla concorrenza.

Occorre una buona dose di tempo e di pazienza (i primi risultati SEO potrebbero arrivare anche a distanza di alcuni mesi), oltre che la necessità di investire un budget sufficiente, anche per quanto riguarda degli annunci ADS, quanta più attenzione si presterà all’ottimizzazione SEO, tanto più alta sarà la probabilità di guadagnare terreno rispetto ai competitor nelle SERP di ricerca, e quindi di intercettare clienti in target e aumentare le conversioni.

Se guadagni posizioni, guadagnerai anche in ROI se acquisterai annunci ADS perchè riuscirai a batterli con il tuo posizionamento, quindi spenderai molto meno di chi avrà un sito che fa PENA IN OTTIMIZZAZIONE E POSIZIONAMENTO.

1. Lo studio delle Keywords per L’E-commerce

In questa fase è buon suggerimento utilizzare gli appositi tool di keyword research, che forniscono una lista di parole chiave dalla quale puoi “estrapolare” quelle più affini al tuo business.

Utilizzando un foglio Excel è possibile dividere le keyword più generiche da quelle più specifiche e analizzare le ricerche medie mensili.

La migliore strategia per ottenere più risultati in termini di posizionamento e di conversione è quella di focalizzarsi su una nicchia di mercato specifica. I risultati in termini di performance saranno sicuramente maggiori.

È importate lavorare sulle keyword per scegliere il nome delle referenze da vendere e la categoria merceologica di appartenenza.

I contenuti e le descrizioni delle schede dei prodotti venduti sull’E-Commerce devono essere redatti in ottica SEO, tenendo in debita considerazione le keyword precedentemente ricercate con i vari tool a disposizione.

Molto utile per intercettare potenziali clienti è la geolocalizzazione delle keyword, considerando che molti consumatori ricercano un determinato prodotto o servizio nella città in cui risiedono o frequentano per motivi professionali.

In questo caso utile per il LOCAL SEO, se hai un negozio fisico, potrai con un tuo E-commerce o anche solo un semplice blog attirare molti potenziali clienti locali al tuo negozio fisico.

Ad esempio, nel caso di un ecommerce di abbigliamento con negozio fisico annesso, si potrebbero usare le keyword:

  • Abbigliamento casual Milano
  • Party Dress Milano
  • Accessori lusso Milano

Diverso , per un E-commerce e basta, il discorso sarebbe un po’ più ampio.

2. SEO per E-Commerce ai tempi di Google BERT

Google Bert come anche Google penguin è forse l’update di Google che ha maggiormente stimolato una sorta di compromesso tra il web semantico e la semantica della lingua, ricordando e sottolineando che in realtà le due cose hanno poco in comune.

Come non mai questa volta ho dovuto studiare molto perché l’argomento non è per nulla semplice, anzi al contrario presenta delle enormi difficoltà di comprensione.

Bert aiuta Google a comprendere il testo in lingua naturale dal Web.

BERT analizza le query di ricerca, non le pagine Web, quindi lato SEO diventa più importante in termini di utilizzo delle parole in modi maggiormente esatti.

Il contenuto di poco valore potrebbe non essere aiutato dall’aggiornamento Google BERT.

Mentre il vantaggio di Google Penguin è proprio quello di bloccare tutti quei siti che fanno uso di tecniche Black Hat SEO e favorire al contrario SEO più onesti, che creano una pagina web facendo attenzione al fatto che i link da inserire rispettino i contenuti della pagina stessa o del numero di parole chiave utilizzate all’interno dei contenuti.

In definitiva, non creare solo semplici schede prodotto, creare descrizioni che servono all’utente, con all’interno la parola chiave.

La descrizione della pagina prodotto, inoltre, deve essere settata in modo corretto, con titoli H1, H2, H3, H4, almeno questi ci devono essere.

3. Cura le tue URL – FRIENDLY

Curare le URL del tuo E-commerce permette sia l’indicizzazione da parte dei motori di ricerca e la memorizzazione nella mente degli utenti.

Gli URL devono essere quanto più descrittivi della web page che rappresentano e devono contenere il nome del prodotto da vendere e la categoria di riferimento.

Non duplicare le pagine, i prodotti e gli url.

4. Breadcrumbs E-commerce

Oltre agli URL è importante ottimizzare i breadcrumb o “briciole di pane” che espletano una funzione di orientamento e di guida alla navigazione all’interno dell’E-Commerce.

Queste etichette rivestono un’importanza unica per il commercio elettronico, dato che consentono una navigazione “a ritroso”, ad esempio un visitatore che vuole raggiungere una categoria di prodotto senza dover accedere dal menù.

5. Meta Tag – Immagini E altri elementi HTML

Per rendere il proprio negozio online più ottimizzato dal punto di vista SEO è importante inserire il nome del prodotto nel titolo della pagina prodotto, curare la description, ottimizzare sempre tutti gli elementi della pagina HTML.

Cura i rich snippet, servono per attirare e aprire le inserzioni dalla SERP, oltre che posizinarli nelle migliori posizioni.

Controlla i tuoi snippet con GOOGLE SNIPPET.

Le immagini inserite all’interno dell’E-commerce sono altrettanto importanti per la SEO, inserisci l’attributo alt text con il nome della parola chiave, almeno per l’immagine principale.

Le altre immagini possono contenere alt text con sinonimi o plurali.

6. I Link – Interni

Per ottimizzare la SEO di un negozio elettronico devi creare vari link tra i prodotti e referenze commerciali in vendita.

Linkare i prodotti fra loro, le categorie, i nuovi arrivi con quelli in outlet o in promozione è un’utilissima strategia per generare traffico e per migliorare la visibilità sui motori di ricerca.

7. I Link – Esterni

Crea quante più relazioni esterne inerente al tuo settore di riferimento, ovviamente, cerca di non abusare con questa tecnica.

Bisogna saperci fare, poichè il link esterno deve essere del tutto naturale, devi crearti una buona base di backlink per aumentare la tua reputazione online.

8. Cura la tua PR Digitale

La presenza sui Social come Instagram e Facebook è sempre più determinante anche da un punto di vista SEO, ma non dimenticare di sfruttare anche gli altri.

Dipende sempre dal tuo progetto iniziale, dall’evolversi del tuo sito, se intendi spingere sui marketplace, se intendi spingere sui comparatori oppure se intendi spingere i social, ecc…

Questo dipende dal settore, dai prezzi ecc…

Tutto , inserito nel tuo progetto.

Puoi sfruttare influencer, youtuber, sempre del tuo settore, altrimenti non avrebbe senso, se tu vendi pc, ti fai pubblicità su wikitech.it, non ti fai pubblicità su un sito di benessere.

9. Cura customer Care

Certo, il post e pre vendita è importante anche nell’ E-commerce, non credere che una volta spedito il prodotto hai finito.

Cura l’assistenza al cliente, preparati tutte le mail preliminari, per tutti i canali in cui vendi, specialmente se non hai aiutanti all’inizio potresti soffrire un po!

Poi spedisci veloce e fai pacchi a prova di corriere, Spedisci gratuitamente e cerca di venire incontro al cliente, le 5 stelle sono importanti , specialmente se vendi anche sui marketplace ( per la seo dei marketplace le 5 stelle contano).

Se sul tuo sito non hai una chat, inseriscila, o almeno inserisci il pulsante whatsapp, almeno eviti un paio di telefonate.

10. Ultimo solo per coincidenza – crea la tua brand reputation

Crea la tua brand reputation, iniza a creare il logo, l’immagine della tua azienda, crea banner, colori uguali per le inserzioni sui marketplace, template simili anche sul tuo sito web e sui social networks.

In pratica non creare come vedo in giro un nome diverso su facebook, colori diversi su instagram, il sito e-commerce ancora diverso dai primi due, ebay senza un template, ecc…

In questo modo i clienti non ti riconoscono , pensano che tu sia un privato o un piccolo shop inadeguato, devi farti riconoscere, devi essere FORTE.

Contattami Per sviluppare il tuo E-commerce con Una Pianificazione Seo Adeguata al progetto o Per qualsiasi dubbio i consigli non si pagano!

Trattamento Privacy

1 + 15 =