Risolvere errore 400 server

Come Risolvere errore 400 server

Navigando quotidianamente in Internet non sempre va tutto per il verso giusto spesso ci si imbatte in errori sconosciuti che non sappiamo cosa sono e come risolvere, in questo articolo vediamo come risolvere errore 400 server.

A volte il browser vi mostra un codice di stato al posto del contenuto desiderato. Durante la comunicazione tra il server web e il client, che corrisponde poi al vostro browser, vi vengono mostrati dei messaggi di stato basilari, ma non appena invece si presenta un problema, allora la finestra del vostro browser vi mostrerà una comunicazione d’errore più o meno criptica.

L’avviso del codice HTTP 400 vi segnala che qualcosa è andato storto durante la richiesta del vostro client.

Perciò in questo articolo vi spieghiamo che cosa si nasconda esattamente dietro questo messaggio di errore e vi forniamo i consigli necessari per riuscire a risolvere questo problema.

Cosa significa l’errore 400

400 Bad Request errore si verifica quando un server non è in grado di capire una richiesta che è stato fatto.

Si chiama 400 errore, perché quello è il codice di stato HTTP che il server web utilizza per descrivere che tipo di errore.

400 Bad Request errore può verificarsi perché c’è un semplice errore nella richiesta. Forse è un errore di digitazione di un URL e il server non restituisce un Errore 404, per qualche motivo.

O forse il vostro browser web sta tentando di utilizzare un dominio scaduto o non valido cookie. Alcuni server che non sono configurati correttamente possono causare errori 400 server.

Per esempio, quando si tenta di caricare un file che è troppo grande per alcuni siti, si potrebbe ottenere un errore 400 invece di un errore che consente di sapere la dimensione massima del file.

Proprio come con gli errori 404 e 502 errori, il vostro web designer può personalizzare e risolvere errore 400 server e configurare anche l’aspetto. Contattami se hai bisogno di aiuto !

Quindi, si potrebbe vedere l’errore 400 server diverso, in diversi siti.

Quindi nel caso dell’errore 400 server è difficile trovare una risposta alla domanda “che cosa è andato storto?”.

Per un motivo o per un altro la richiesta è stata posta in maniera errata. Il protocollo Internet HTTP non è stato rispettato, almeno questo è quello che ha riscontrato il server web; e per questo motivo la richiesta non può essere elaborata.

Il server avrà infatti interpretato la richiesta come incorretta o dannosa, bloccando perciò conseguentemente la visualizzazione delle pagine del sito web.

I motivi più frequente dell’errore 400
risolvere errore 400 server - motivi

I motivi per tale comunicazione nella maggior parte dei casi ha a che fare con il browser utilizzato o vanno ricondotte ad un errore commesso dall’utente:

  • URL sbagliato: sussiste una Bad Request, esattamente come per l’errore 404, se l’utente indica un indirizzo Internet errato, ad esempio includendo nell’URL dei caratteri speciali non consentiti;
  • Cookies difettosi: se i cookies all’interno del vostro browser sono scaduti o errati, si può incappare in un errore 400;
  • Dati DNS non aggiornati: nella cartella cache del DNS nel vostro browser potrebbero essere presenti dei dati che rimandano a indirizzi IP non corretti;
  • File troppo pesanti: se tentate di caricare dei file di dimensioni particolarmente grandi, il server potrebbe rifiutarli. Anche questo verrebbe contrassegnato come Bad Request da parte del server;
  • Header troppo lunghi: nelle loro comunicazioni il client e il server utilizzano gli header (intestazione), all’interno dei quali è definita la richiesta. Alcuni server web stabiliscono una lunghezza massima che gli header non devono superare.

Quindi quando ci si imbatte in una “HTTP 400 Bad Request” non è immediatamente chiaro da che cosa derivi il problema. Nel caso in cui il server di riferimento utilizzi il web server IIS 7.0, IIS 7.5 o IIS 8.0, allora sarà possibile leggere delle informazioni più dettagliate dal codice di stato:

  • 400.1: Destination Header non valido;
  • 400.2: Depth Header non valido;
  • 400.3: If Header non valido;
  • 400.4: Overwrite Header non valido;
  • 400.5: Translate Header non valido;
  • 400.6: Request Body non valido;
  • 400.7: Content Length non valida;
  • 400.8: Timeout non valido;

L’errore 400 non emerge solitamente solo durante la navigazione all’interno di un browser, anche altri programmi come ad esempio i client di posta possono ricevere il codice di stato durante la comunicazione con un server.

Risolvere l’errore 400 Server

Vediamo come risolvere l’errore 400 server nel caso della maggior parte dei codici di stato che mostrano un messaggio di errore, il più delle volte basterà semplicemente ricaricare la pagina.

Soprattutto se è la prima volta che compare l’errore durante la visita ad un sito web, che altrimenti riuscite a richiamare senza problemi, allora potrebbe darsi che si tratti di un problema temporaneo.

Se ricaricare la pagina non dovesse risolvere il problema, a volte allora è sufficiente svuotare la cache del browser.

Infatti potrebbe darsi che il vostro browser abbia appena salvato nella cache una copia della pagina all’interno della quale viene mostrato il messaggio errore.

URL errato

Il prossimo passo per l’analisi del problema dovrebbe essere la verifica dell’URL.

Nel caso in cui abbiate immesso manualmente l’indirizzo all’interno dell’apposita riga nel browser, controllate che non abbiate digitato in maniera errata.

Se avete invece cliccato su di un link, anche lì potete controllare la correttezza dell’URL o eventualmente decidere di visitare prima la homepage per poi riuscire a raggiungere la sottopagina desiderata muovendovi direttamente all’interno del sito.

Cookies difettosi

Il problema potrebbe derivare anche da cookies non più validi o difettosi.

Per risolvere il problema in questo caso, dovete eliminare semplicemente i dati corrispettivi nel vostro browser. Una volta fatto vi basterà richiamare di nuovo il sito, così che il software crei un nuovo cookie.