Fattori Seo On Page

Fattori Seo On Page

Abbiamo già visto come fare seo on page e fare seo off page , abbiamo anche visto in dettaglio i fattori seo off page, ora andremo a vedere in dettaglio i fattori seo on page, quali sono e come fare seo on page.

La differenza detta brevemente tra Seo on Page e Seo off Page è che il Seo On page riguarda tutte le modiche che possiamo fare noi sul sito web per posizionarlo sui motori di ricerca.

Mentre il Seo Off Page riguarda tutto ciò che bisogna fare all’esterno del sito web è che non viene direttamente modificato sul sito stesso dal web design o web master.

Perchè Fare Seo On Page ?

Ogni sito web che si presenti nelle prime posizioni dei motori di ricerca ha fatto seo on page, mentre ogni sito web che non è presente nei motori di ricerca , che ha zero o pochissime visite organiche cioè visite dai motori di ricerca, significa che non sta affatto lavorando sul seo.

Immagina di avere un sito web e ritrovarti con Zero visite ? Immagino tu non voglia che questo succeda a te ? Quindi se ancora devi creare un sito web e stai valutando preventivi, non guardare solo il costo.

Valuta anche se chi ti deve creare il sito web è anche esperto di seo o collabora con esperti seo, per fare in modo che il tuo sito web sia pronto anche da quel punto di vista.

Noi comprendiamo sempre anche il seo nei nostri siti web, a richiesta del cliente, possiamo anche realizzare solo il sito web, senza concentrarci sulla parola chiave e lasciare al cliente il lato seo, opzione sconsigliata ovviamente.

Ma passiamo a noi, quindi, perchè fare seo on page ? Per fare in modo che il tuo sito web sia facilmente letto dai motori di ricerca e si posizioni facilmente nelle prime pagine dei motori di ricerca.

Come fare seo on page – i fattori Seo on page

I fattori di ranking che influiscono sul posizionamento di un sito web, come abbiamo visto in un articolo di poco tempo fa dedicato ai 10 fattori SEO per articoli , sono numerosi e suddivisibili .

Andando a ricapitolare , invece , i fattori Seo On page sono:

SEO On Page: Keyword

Ecco alcuni fattori di ranking molto importanti per quanto riguarda le keywords:

Keyword nel tag title: il tag title deve essere presente in ogni pagina del tuo sito web, deve essere sempre diversa e contenere la parola chiave dell’argomento trattato nel argomento.

All’inizio del tag title keyword: secondo la più diffusa teoria SEO, oltre a essere presente nel tag title la keyword deve essere posta all’inizio.

Parola chiave nella meta description: la keyword principale deve essere presente nella meta description della pagina;

formattazione keyword nell’H1:il tag title deve essere formattato in H1.

sottotitoli Keyword nell’H2 e H3: secondo la gerarchia della struttura di titoli e sottotitolo, si consiglia l’inserimento della keyword anche nell’H2 e H3;

Frequenza della keyword: La parola chiave deve essere ripetuta in percentuale , in base alla lunghezza del contenuto.

Prominenza della keyword: si consiglia di inserire la keyword almeno una volta nelle prime 100 parole del testo;

Ordine di parole della keyword: il motore di ricerca tende a privilegiare in termini di posizionamento pagine in cui le parole chiave corrispondono con esattezza al contenuto di una pagina;

Keyword nella URL: la presenza della keyword nella URL della pagina è considerata un segnale rilevante;

Quantità delle keyword posizionate: se la pagina risulta posizionata per altre parole chiave, il motore di ricerca vede questo come un ulteriore segno di qualità;

Parole chiave LSI (Latent Semantic Indexing) nel contenuto: l’inserimento di parole chiave tramite analisi LSI permette ai motori di ricerca di filtrare le parole con più significati e di attribuire alla pagina in questione il significato corretto;

Parole chiave LSI (Latent Semantic Indexing) nei tag title e description: è importante avvalersi dell’LSI anche a livello di tag title e di meta description.

SEO On Page: Contenuti

Per quanto riguarda i contenuti e il lavoro del copywriter, questi i fattori di ranking:

Lunghezza dei contenuti: contenuti lunghi e approfonditi sono da preferirsi rispetto ad articoli brevi e superficiali. Ricerche dimostrano che più il contenuto è lungo e tematizzato, più ha possibilità di essere apprezzato e quindi di venire ben posizionato;

Originalità dei contenuti: i Search Engine penalizzano duramente contenuti copiati

Utilità dei contenuti: l’obiettivo primario dei motori di ricerca è quello di offrire contenuti che siano utili per gli utenti.

Uso del rel=canonical: l’utilizzo delle URL canoniche dà indicazione al motore di ricerca in merito a quale sia il contenuto originale in caso di pagine con contenuti duplicati o simili.

Aggiornamento recente de contenuti, aggiornare spesso i contenuti con approfondimenti.

Contenuti scritti correttamente.

Livello di leggibilità: il motore di ricerca preferisce dare più visibilità a contenuti fruibili e facili da leggere e da interpretare, oltre che utili;

Uso di elenchi puntati e numerati: l’uso di questo tipo di elenchi favorisce la leggibilità dei contenuti, rendendoli più accattivanti e più semplici da leggere;

Contenuto supplementare di supporto: il fornire all’utente contenuto aggiuntivo a supporto di quello inserito nel testo, come tool che aiutano nel conteggio matematico in uno specifico ambito e tutorial interattivi, favorisce il posizionamento;

Citazione delle fonti: il citare le fonti è vista come prassi positiva da Google e che va al di là dell’uso del link come spinta al posizionamento.

SEO On Page: Link

Ecco i fattori di ranking SEO On Page in merito ai link:

Qualità degli outbound link: linkare verso altri siti autorevoli è un segnale positivo per il sito stesso;

Argomento degli outbound link: il contenuto della pagina verso cui si linka può essere rilevato dal motore di ricerca come un forte segnale, e questo può far sì che il motore riconosca la vostra pagina come sede di un argomento correlato a quello del portale linkato, anche se in realtà il tema e la natura sono differenti;

Numero di outbound link: è possibile che un eccessivo numero di link in uscita sia valutato come negativo e quindi portare a una penalizzazione;

Numero di internal link verso una pagina specifica: link interni verso una pagina specifica del sito segnalano l’importanza di questa rispetto alle altre pagine;

Qualità dei link interni verso una pagina specifica: link interni provenienti da pagine autorevoli e ben posizionate influiscono maggiormente rispetto a link provenienti da pagine di bassa visibilità o con un basso Page Rank;

Link non funzionanti (broken links): la presenza di link non funzionanti all’interno di un sito può dare modo al motore di ricerca di vedere il sito stesso come poco strutturato o abbandonato;

Link affiliati: la presenza di troppi link affiliati può far credere a Google che il sito internet operi solo in questo senso.

SEO On Page: URL

Vediamo ora la struttura delle url nella seo on page come deve essere:

Lunghezza della URL: le url non devono essere troppo lunghe, altrimenti questo può scoraggiare il motore di ricerca dalla loro indicizzazione. Nel limite del possibile, sarebbe meglio restare entro i 70 caratteri;

Leggibilità della URL: è vivamente sconsigliato l’uso, all’interno della URL, di parametri, simboli e numeri di ID; la URL deve essere al contrario il più semplice e parlante possibile;

Percorso della URL: una pagina più vicina alla home page può avere un incremento nel potenziale di indicizzazione;

Categoria nelle URL: la presenza del nome di categoria nelle URL può aiutare il motore di ricerca a capire meglio l’argomento di cui la pagina tratta.

Altri fattori seo on page

Ci sono anche altri fattori seo on page da tenere in considerazione, come l’acquisto di un dominio invecchiato con backlinks al posto di uno nuovo,l’ottimizzazione delle immagini e dei video nel sito web.

Se il sito web si carica velocemente, ha tutte le medaglie W3C, non ha errori 404 o altri codici di stato.

Ma ci sono tantissimi fattori da tenere in considerazione.