La gestione dello spazio bianco nel web design

Stai sviluppando il tuo progetto web ? Hai analizzato già tutto il progetto in fase preliminare ? Però magari ti manca qualcosa nel design ? Hai valutato la gestione dello spazio bianco nel web design ? Si, proprio lo spazio bianco, non il colore ma lo spazio vuoto che devi creare per rendere il tuo progetto armonioso, non puoi non averlo considerato, vediamo perchè è importante averlo e magari come gestirlo.

Cosa è lo spazio bianco in un progetto di web design

Vogliamo mostrarti uno strumento così vitale da stupirti come web designer, se questo è il tuo lavoro oppure se sei il proprietario, convincerti che non devi riempire tutto lo schermo per lanciare il tuo messaggio. 

Lo spazio bianco è sottovalutato come il silenzio tra le note musicali.

Tuttavia, è abbastanza potente da significare mantenere le persone sulla tua pagina .

Molti elementi formano il layout e la struttura di un design interattivo. 

Spesso questo spazio bianco viene trascurato ma è fondamentale per creare uno spazio in cui far risaltare un messaggio, immagine , video o dare spazio e riposo agli occhi degli utenti.

A cosa serve lo spazio bianco nel web design

Lo spazio bianco è l’area tra gli elementi di design, serve per rendere tutto ben chiaro al potenziale cliente. 

È anche lo spazio all’interno dei singoli elementi di design, incluso lo spazio tra i glifi tipografici (caratteri leggibili).

Nonostante il suo nome, lo spazio bianco non ha bisogno di essere bianco. Può essere qualsiasi colore, una trama, motivo o anche un’immagine di sfondo.

Ma deve avere un senso logico nel tuo progetto di web design.

Lo spazio vuoto può causare problemi tra designer e clienti. 

La teoria del design promuove l’uso dello spazio bianco per l’eleganza e garantire un’esperienza utente di qualità. 

Purtroppo, molti clienti e manager considerano uno spazio vuoto sprecato. Pensano che potrebbe essere usato per ospitare più informazioni o altri elementi visivi.

Al contrario, lo spazio bianco è un ottimo strumento per bilanciare elementi di design e organizzare al meglio i contenuti per migliorare l’esperienza di comunicazione visiva. 

Quando dai molte informazioni in maniera disordinata , casuale o troppe informazioni senza interromperle mai, o metti tutto in una pagina senza creare un senso logico e lanciare un messaggio, non ti sembra anche a te di esagerare?

Le persone si sentono frustrate quando le bombardiamo di informazioni, siamo umani, non macchine. 

Lo spazio bianco ci calma, ci fa “respirare”.

Come per gli altri elementi dell’interfaccia utente, tu come designer devi capire il ruolo dello spazio bianco e sperimentare per trovare il giusto equilibrio tra esso e il resto degli elementi.

Il difficile è fallo capire al tuo cliente ( imprenditore o manager di turno ).

Le proporzioni dello spazio bianco nel tuo design

Lo spazio bianco può essere macro e micro spazio bianco a seconda del progetto di web design che stai realizzando, ovvio, che non hai una regola fissa per le proporzioni del tuo spazio bianco, ma è tutto da orientarsi in base al progetto che stai realizzando e al messaggio da lanciare.

Iniziamo a descrivere come usare la gestione dello spazio bianco nel web design, ti ricorda che la gestione devi saperla anche valutare tu in base al progetto, ma vediamo un po’ di fondamentali.

Micro Spazio Bianco

Chiamiamo micro spazio bianco, gli elementi di design che si trovano tra le righe del tuo testo,le lettere e le parole del tuo testo.

Questo spazio , include anche lo spazio che abbiamo tra le immagini della griglia e quello utilizzato per separare i collegamenti e i testi dei menu.

I micro spazi bianchi hanno un impatto diretto sulla leggibilità dei contenuti. 

Ad esempio, lo spazio bianco marginale che circonda i paragrafi influisce sulla velocità di lettura e comprensione dell’utente. 

Se il testo appare nei margini al di fuori dei normali paragrafi, le persone lo leggono più lentamente. 

Lo trovano più difficile da capire rispetto al testo senza tali margini.

Micro Spazio Bianco

Il macro spazio bianco è l’ampio spazio tra gli elementi principali del layout e lo spazio che circonda il layout del progetto. 

Troverai macro spazi bianchi a destra e a sinistra del contenuto della maggior parte dei siti Web e nello spazio tra i blocchi di contenuto di un sito Web.

A differenza del micro spazio bianco, il macro spazio bianco funge da contenitore del design complessivo. 

È lo spazio bianco del “quadro generale” – più facile da notare. 

Probabilmente il miglior esempio di un sito Web che implementa lo spazio bianco macro in modo intensivo (ed efficace) è la homepage di Google.com

L’aspetto iconico di Google è meravigliosamente semplice, ma hai notato qualcos’altro?

Puoi concentrarti sul motivo per cui sei lì: per cercare qualcosa!

C’è una grande storia dietro il motivo per cui Google è finita in questo modo. Google.com è stato uno dei primi siti web a fare un uso estensivo dello spazio bianco. 

Come si determina lo spazio bianco nel web design

Per determinare il tuo spazio bianco, e quindi regolarti con la gestione dello spazio bianco nel web design, devi considerare alcuni fattori fondamentali, come:

Contenuto

Con più informazioni nel layout, saranno disponibili meno quantità di macro spazi bianchi. 

Al contrario, il volume del micro spazio bianco aumenterà. 

Questo compromesso è vitale, altrimenti, le pagine sarebbero solidi blocchi di dati, estremamente difficili da leggere!

Ad esempio, Boulton (2007) descrive come i siti web di notizie tendano a dipendere da micro spazi bianchi per fornire un’esperienza leggibile efficace per gli utenti. Il comfort di lettura degli utenti è fondamentale.

Il Design

Il design dell’interfaccia utente influenza il rapporto tra micro e macro spazi bianchi nel layout. 

Il designer sceglie lo stile del design. 

Ciò può influenzare il layout in un tipo di spazio bianco rispetto a un altro.

Utente

Effettua sempre ricerche utente, che possono essere utilizzate per determinare il giusto equilibrio di macro e micro spazi bianchi per quel pubblico specifico. 

Non esiste una “regola pratica” da applicare in modo coerente tra il pubblico. 

Come sempre nell’esperienza utente, dobbiamo verificare con gli utenti target del nostro prodotto o servizio.

Il tuo branding

L’ utilizzo dello spazio bianco può suggerire il budget di un’azienda e quindi la qualità del prodotto. 

Pensa al brand per aziende come Apple, Mercedes Benz e IKEA. Come supportano questa teoria?

Studia il tuo brand, analizza i tuoi competitors, poi cerca di progettare il giusto sito web.

Controllare lo spazio bianco attivo e passivo

Oltre alla differenziazione tra micro e macro spazio bianco, puoi anche considerare lo spazio bianco attivo o passivo .

Lo spazio attivo bianco

Lo spazio bianco utilizzato per migliorare struttura della pagina e aiutano a guidare l’utente attraverso il contenuto della pagina.

Lo spazio passivo bianco

Lo spazio passivo viene applicato per migliorare l’estetica ed il layout senza guidare l’utente attraverso una lettura, un flusso o un ordine di contenuto specifici. 

Ad esempio, lo spazio bianco tra i glifi dei caratteri e le linee di paragrafo funziona in questo modo (Boulton, 2007).

gestione dello spazio bianco nel web design - passivo e attivo

L’immagine sopra , rispecchia il paragrafo di sinistra senza spazi e il paragrafo di destra con tutti gli spazi attivi.

Gli elementi da considereare nella progettazione di spazi bianchi nel design

Come abbiamo visto, il micro spazio bianco è essenziale per rendere leggibile il contenuto dell’interfaccia. 

In qualità di designer, dovresti considerare lo spazio vuoto quando scegli le specifiche tipografiche del design, come carattere, dimensione, colore, stile, interlinea, crenatura e tracciamento.

La modifica del layout dello spazio vuoto influisce sulle prestazioni di lettura e sull’esperienza utente complessiva. 

I lettori felici hanno molte più probabilità di rimanere sulla tua pagina.

Quindi considera la Leggibilità.

Lo spazio bianco contribuisce al tono del design generale. 

I siti web con maggiori quantità di macro spazi bianchi possono riflettere il minimalismo e il lusso. 

I siti web con quantità minori di macro spazi bianchi possono sembrare informativi, come nel caso dei siti web di notizie (Kyrnin, 2015).

Nota: queste indicazioni non sono “scolpite nella pietra”. 

È sempre meglio fare dei testo dello spazio bianco sui tuoi utenti. 

Solo loro possono dirti come percepiscono i tuoi progetti.

Ultimi consigli per gestire lo spazio bianco nel web design

Ricorda che lo spazio bianco non è necessariamente bianco; è solo il nome per indicare gli spazi dove non sono presenti né elementi dell’interfaccia utente (UI) né contenuti specifici.

Come designer, puoi introdurre lo spazio bianco in base a quattro fattori principali:

  • Soddisfare uno spazio
  • Design unico , armonioso , coerente
  • Considera l’utente che devi attirare
  • Considerea il brand
  • Considera il messaggio da lanciare
  • Prova e testa
Contattami Per sviluppare il tuo E-commerce con Una Pianificazione Seo Adeguata al progetto o Per qualsiasi dubbio, i consigli non si pagano!