Chi è il consulente Seo ? E perchè è utile ? Cosa fa ?

ti sei mai posto una di queste domande ? Tipo chi è il consulente Seo ? E perchè è utile ? Cosa fa ? Magari quanto costa un consulente seo ? Se sei alla ricerca di risposte, vediamo di toglierti quanti più dubbi possibili, perchè come sai, io stesso sono un consulente seo di napoli, ma lovoro in tutta italia, ormai grazie alle connessioni e i programmi sempre più performanti, ma andiamo subito a descrivere perchè il seo è importante.

Chi è un consulente SEO 

Andiamo per gradi, chi è un consulente SEO ?

Un consulente SEO è la figura che pianifica e implementa le attività necessarie affinché un sito web ottenga visibilità nelle ricerche organiche su Google.

Lo scopo delle attività SEO è dunque quello di far apparire più in alto possibile il sito del cliente nelle ricerche organiche in target.

Per target si intende , potenziale cliente, in base al tuo settore.

La visibilità per i motori di ricerca, in buona parte, riguarda google ( almeno in italia ), visto che la percentuale è minore di utenti che utilizzano gli altri motori, come:

– BING
– YAHOO
– LIBERO

Però non devi sottovalutarli, seppur in minima parte sono sempre potenziali clienti.

Ad oggi la SEO rispetto al passato è cambiata molto.

Nei primi anni di crescita vertiginosa di Google, l’attività di posizionamento SEO era certamente più “facile”.

C’era molta meno competizione e il motore si basava su algoritmi meno raffinati rispetto ad oggi.

Manipolare i risultati di ricerca era dunque certamente più agevole.

I primi SEO erano in realtà sviluppatori o webmaster che, strada facendo, hanno intuito il funzionamento del search engine e come sfruttarne a proprio vantaggio le caratteristiche specifiche.

Negli ultimi anni imperversa il dibattito sulla “morte” della SEO e dunque su quanto possa essere ancora oggi efficace investirvi.

Ma possiamo dire con certezza che finché esisteranno i motori di ricerca, sarà sempre necessaria l’ottimizzazione di un progetto per gli stessi.

Solo che, la SEO di oggi ,è fatta di azioni più complesse, andando a incrociare aspetti tecnici e infrastrutturali di un progetto web, con elementi legati al marketing e alle interazioni umane.

Non basta più uno sviluppatore che ottimizzi il sito e via, sei su google. NO ,E’ TOTALMENTE SBAGLIATO.

Il consulente SEO “perfetto” oggi ,dovrebbe possedere, dunque competenze trasversali, sia tecniche che di marketing, compensando con l’ausilio di altre figure le eventuali lacune.

Ma vediamo quali sono le attività specifiche di un consulente SEO.

Cosa fa un Consulente Seo ?

Ad oggi come detto, un consulente seo, specialmente se anche sviluppatore e che abbia veramente studiato il seo, deve pianificarti una strategia seo da seguire dopo aver ottimizzato il sito web come si deve e senza errori.

Certo, dipende anche da te, se nel preventivo, scegli quello che ti sviluppa solo il sito web, la colpa un po’ è solo tua.

Non puoi dire che la colpa è dello sviluppatore.

Ma andiamo nello specifico di quello che fa un consulente seo oggi , specialmente durante la fase di sviluppo del tuo sito web ( se sviluppa lui stesso il sito, studiando bene il progetto, prima , con un’analisi ) sono quelle specifiche di posizionamento SEO che, in genere, vengono suddivise nei due macro insiemi: attività On-Site e attività Off-Site.

Attività SEO On-Site

Sono tutte quelle attività realizzate all’interno sito web:

  • SEO Audit, quindi il check up completo di un sito web lato SEO.
  • Ottimizzazione della infrastruttura, del codice e dei percorsi di crawling del sito stesso. Si tratta dell’attività che in genere viene racchiusa nella definizione di SEO tecnica.
  • Keyword Research, ovvero la ricerca delle parole chiave nella SEO di oggi è sempre più importante e riguarda un campo molto più esteso.
  • Ottimizzazione dei contenuti, partendo dalle parole chiave identificate (la cosiddetta SEO copywriting).
  • Ottimizzazione degli aspetti legati alla User Experience. Le modalità con cui gli utenti interagiscono con i siti web (soprattutto da dispositivi mobili) ha delle conseguenze anche sul posizionamento SEO. 

 

Attività SEO Off-Site

Sono invece tutte quelle attività che rientrano nella strategia SEO da seguire dopo aver lanciato il sito web e sono:

  • Link building e link earning: costruire o guadagnarsi backlink rappresenta un tassello essenziale di posizionamento. Ancora oggi, anche se la SEO è cambiata molto, arrivare in cima ai risultati di Google senza backlink, in SERP competitive, è piuttosto improbabile. 
  • Social Signs: al momento in cui scriviamo, il filone SEO maggioritario non attribuisce un valore diretto di posizionamento ai social network. Anche se magari non aiutano direttamente a crescere nel ranking, i social network possono avere un apporto indiretto. Visite, citazioni, ottime metriche di UX on site, sono tutti elementi che Google utilizza anche lato SEO. Il buon consulente SEO promuove e incentiva tutte quelle attività che valorizzano il sito web che si vorrebbe posizionare.
  • Altre attività Off-Site: link e social network non esauriscono le attività che si possono compiere per far crescere l’autorevolezza di un progetto web. Citazioni, discussioni nei forum o nei siti di domande e risposte, presenza negli aggregatori, sono tutte attività che oltre a poter avere effetti positivi lato SEO, accrescono anche l’importanza e la notorietà di un brand (sia esso aziendale, personale o di altro genere).

Inoltre oggi google, tiene particolarmente a tutti quei siti web E-commerce o blog che sia, realizzati e ottimizzati per il mobile first, più hai un sito realizzato in versione mobile e ottimizzato sia dal punto di vista del codice che dell’user experience per gli utenti da mobile, maggiore sarà la possibilità di riuscire a scalare le classifiche di ricerca dei motori sui dispositivi mobile.

Puoi anche verificare da google stesso il tuo sito web se è Mobile first con questi due tool google:

Google test mobile
Google Verify Friendly

Le competenze di un consulente Seo 

Come si creano le competenze seo ? 

Le competenze seo si acquistano esclusivamente, seguendo tutti gli aggiornamenti google, seguendo tutti i certificati autorizzati google e degli altri motori di ricerca.

Seguendo i maggiori programmi Seo e creando progetti personali dove poter provare e sperimentare tutto quello che studi e impari attraverso i canali ufficiali,perchè gli algoritmi sono segreti.

Tutto quello che impari, lo studi proprio attraverso i certificati messi a disposizione di google e gli altri motori di ricerca, anche i marketplace hanno una loro seo interna e forniscono i loro strumenti di studio.

Devi studiare le keywords con i programmi giusti, analizzare, provare e riprovare , solo con l’esperienza sarai un ottimo seo. NON ESISTE UN’ UNIVERSITA’ SEO, come spesso alcuni scrivono….

Ma vediamo alcune delle competenze che dovrebbe possedere il consulente SEO:

  • Doti analitiche: capire cosa non va, soprattutto quando ci si trova di fronte a penalizzazioni, è un elemento che può fare la differenza. Saper leggere i dati e mettere in relazione gli eventi (come ad esempio gli aggiornamenti dell’algoritmo Google).
  • Capacità strategiche: nel mondo ultra competitivo che è la SEO di oggi, definire la strategia migliore per raggiungere gli obiettivi, dovrebbe essere la prima dote del consulente SEO. 
  • Conoscenze tecniche: la SEO è intimamente legata al modo in cui sono costruiti i siti web. Conoscere come sviluppare un sito web per me è fondamentale.
  • Competenze di marketing ed editoriali: lavorare bene con i contenuti è un aspetto decisivo nella SEO odierna. 
  • Soft skills: tra le competenze di un buon consulente SEO metterei anche tutte quelle doti che di solito sono classificate sotto l’espressione soft skills. Capacità di organizzare il lavoro, di rispettare le scadenze, di rapportarsi con il cliente (mandare un freddo report settimanale può spesso non bastare), di coordinare il lavoro di altre figure, sono tutte doti che non andrebbero assolutamente sottovalutate.

Il tuo sito non è ottimizzato, scegli il consulente seo giusto, come?

Ora che sappiamo chi è ,e cosa fa, come scegliamo il consulente SEO  ? 

  • Promesse: diffidare da chi promette posizionamenti specifici. Si può lavorare e ottenere risultati nel medio-lungo termine, non in un giorno e analizzando tutto quello che si fa. Altrimenti Non puoi fare nulla. Se mi chiami e vuoi risultati domani, chiama un’ altra persona.
  • Obiettivi: anche se non si possono fare promesse, il consulente deve fissare obiettivi. Questi devono essere chiari, misurabili e distribuiti anche con specifiche tempistiche di massima.
  • Esperienza: la SEO non è tutta uguale, ogni SERP funziona con regole e approcci specifici. Ogni settore è differente per questo, non si può fornire un portfolio clienti e mostrare il lavoro di altri a chiunque.Per me  è scorretto, uno perchè faccio firmare un’accordo di riservatezza e due perchè ogni tempo, ogni settore , ogni risultato varia secondo regole diverse.
  • Comunicazione: questa potrebbe sembrare di minor importanza, ma una comunicazione inefficace può spesso essere la causa primaria di problemi. Chiedere al consulente quanto spesso si comunicherà e in che modalità sono quesiti imprescindibili a un buon rapporto, soprattutto nel medio-lungo periodo.

Contattami Per sviluppare il tuo E-commerce con Una Pianificazione Seo Adeguata al progetto o Per qualsiasi dubbio i consigli non si pagano!

Trattamento Privacy

1 + 2 =