Come Aprire un Sito di Commercio Elettronico

Hai deciso d’investire nell’online ? Finalmente, era ora, però non sai bene come muoverti o come aprire un sito di commercio elettronico ? Vediamo con calma, le varie opzioni che hai e che puoi valutare, questo articolo è solo preliminare, in quanto si presuppone che tu non abbia ancora realizzato nemmeno una strategia e non sappia nemmeno cosa vendere.

Cosa serve per aprire il tuo sito di commercio elettronico

Per poter almeno iniziare a parlare di commercio elettronico , devi avere almeno l’idea di quali prodotti tu voglia vendere online ( almeno una sorta anche limitata di sondaggio online sui prodotti da vendere, devi pur averla fatta ).

Quindi appena sai cosa vendere , per aprire un sito di commercio elettronico che abbia successo, studia un piano professionale di crescita e d’espansione ( in gergo business plan ) .

Almeno prepara con degli esperti una strategia SEO nel medio-lungo termine e una strategia a breve termine su dove puntare a vendere nell’immediato ( Comparatori, marketplace, Adwords, google shopping, social  network, ecc… ). 

Studiato il settore, ti occorre la p.iva se non hai una già aperta.

A meno che tu non voglia vendere occasionalmente su qualche marketplace o social network.

Poi, ovviamente, iscrizione al registro delle imprese, conto corrente, paypal, ecc… ( commercialista bravo nell’online, che ti iscriva al vies, per poter vendere anche in europa se questa è la tua intenzione ).

Ad oggi, però alcuni paesi hanno regolamentato alcune vendite verso i loro paesi, perciò , affidati ad un commercialista che capisca il commercio elettronico, altrimenti pagherai molte tasse inutili.

Fatto, questa analisi, puoi passare allo sviluppo del tuo sito di commercio elettronico.

Gli Aspetti Tecnici su come creare un sito di commercio elettronico

Ci sono diversi metodi per sviluppare un ecommerce, dalle piattaforme che offrono dei servizi a pagamento ( in abbonamento ) a piattaforme open source, fino ad arrivare a siti totalmente personalizzati.

Creare i siti di commercio elettronico con piattaforme a pagamento

In questo caso, le piattaforme ti offrono alcuni servizi gratuiti per iniziare la messa online del tuo sito di commercio elettronico, per poi proporti degli abbonamenti, poichè per te si rende necessario, avere più servizi da offrire al cliente.

 

Gli svantaggi di queste piattaforme:

 

– Domini di terzo livello ( per avere un dominio di Primo livello devi pagare )
– Avrai un hosting lento ,  condiviso con altri migliaia di siti web ( La lentezza è il primo nemico delle vendite online )
– Avrai la possibilità di inserire pochi prodotti ( Più prodotti , significa più costi in abbonamento )
– Personalizzazione nel design, quasi inesistente, tutti i siti sono quasi uguali agli altri
– Codice sorgente inaccesibile ( zero strategia seo ottimale al 100% )
– Non tutti offrono la possibilità di integrarsi con i social, i marketplace, i comparatori, ecc..
– Se la piattaforma fallisce, il tuo sito , fallisce iniseme alla piattaforma.

 

I vantaggi di queste piattaforme:

 

– Facilità d’uso nell’inserimento prodotti
– Facilità di gestione

Creare i siti di commercio elettronico con piattaforme Open Source

Questa è la soluzione ideale per creare un sito di commercio elettronico di proprietà avendo accesso a tutte le funzionalità e poter programmare tutte le strategie che si vogliono.

A seconda delle competenze del web design o dello sviluppatore / Agenzia e in base al progetto in essere, si può scegliere tra vari Open source di ottima fattura e sicurezza.

Esistono infatti tra quelli più seguite e con ampie community:

– Magento
– Prestashop
– WordPress + Woocommerce
– Joomla + Virtuamart

Di solito questi Quattro , sono quelli che fanno da padrone nel campo dell’e-commerce.

A seconda del tuo progetto, ci può essere l’esigenza di integrare dei plugin gratuiti o a pagamento, per poter pianificare la scalabilità del tuo sito e-commerce, di solito si sceglie anche in base alle competenze tecniche di chi deve gestire il sito web.

Il design può essere totalmente creato da zero o modificato , in base alle competenze di chi realizza il sito di commercio elettronico e la pianificazione seo può essere totalmente realizzata da zero.

Creare i siti di commercio elettronico con una soluzione personalizzata

Questa soluzione è la più dispendiosa e di solito utilizzata poco, significa progettare il sistema cms propietario e integrare ogni sistema da zero.

Ci vuole più tempo a seconda delle varie figure professionali chiamate in causa e in base al progetto il costo lievita decisamente.

Anche per la gestione, bisognerà poi formare un dipendete sulla piattaforma realizzata , proprio per il sito web progettato.

Aspetti della Manutenzione e Hosting

Ricorda il sito del tuo store online rappresenta la tua attività, esattamente come il punto vendita per chi vende offline.

Un negozio difficilmente raggiungibile, disordinato e con poco spazio tra gli scaffali che lo rendono scomodo da visitare, rischia di non avere successo.

Per il tuo E-commerce valgono gli stessi principi:

Fai in modo che l’esperienza di acquisto sia unica, che la navigazione tra cataloghi e prodotti o servizi sia fluida e che concludere un acquisto richieda pochi semplici passaggi senza intoppi.

 

In base al tuo settore ricorda la User Experience:

 

 – Il sito di commercio elettronico nel 2021 deve essere quanto più Mobile first
– Molti utenti concludono l’acquisto dallo smartphone ( un sito che si blocca dal mobile perde quasi il 50% di clienti)
– Il design deve essere facile da navigare e in pochi passa deve concludere l’acquisto
– Ricordati video ed immagini ben definite

 

Quale Hosting scegliere ? Va Bene un hosting economico per un sito e-commerce?

Se pensi di creare un sito di commercio elettronico e appoggiarlo ad un hosting ( cioè un provider che offre servizi di dominio più spazio web ) economico, ti dico proprio che stai perdendo tempo.

Un hosting economico per un E-commerce ti darà molti problemi come:

– Lentezza
– Problemi di sicurezza
– Problemi server e oscuramento sito

Non puoi proprio permetterti questi tipi di problemi, oltre che un hosting economico non ti offre servizi di backup, autofix, protezione malware e spyware, che sono tutte opzioni a pagamento.

Quindi vale la pena puntare su server sicuri , con una storia alle spalle e veloci.

Ricorda, inoltre, quando scegli il dominio, di scelgierlo quanto più chiaro possibile, non scegliere un dominio difficile se vendi in italia, usa un dominio italiano e una parola italiana.

Esempio:
Chiedi ad una persona che non conosce bene internet e l’inglese di pronunciare e scrivere EBAY.IT

Ora fai la stessa cosa, chiedendo alla stessa persona che non conosce bene internet di scrivere e pronunciare AMAZON.IT

NOTATA LA DIFFERENZA ?

 

Logistica e Gestione Ordini / Clienti per il tuo sito e-commerce

Anche questo aspetto non è da sottovalutare, la gestione degli ordini, la gestione dei clienti, l’assistenza e la logistica in generale, devono essere ben organizzate, specialmente nei periodi più intensi di vendita.

Nell’online i clienti sono ancora più crudeli, se un prodotto arriva due giorni dopo o arriva con uno scatolo rotto, ti becchi 2 stelle, e avere 2 stelle ti comporta ( lo dico per esperienza personale nei tanti siti di commercio elettronico in cui ho lavorato come consulente seo) vendite in meno.

Cura con attenzione l’imballo e l’assistenza post vendita, se lavori all’inizio con poche persone, automatizza il processo di spedizione ( ecco che si ritorna allo sviluppo e al progetto iniziale ), investendo bene in una persona che sappia come realizzare un sito di commercio elettronico, ti fa risparmiare tempo e denaro dopo.

Affida le spedizioni a corrieri fidati, automatizza la creazione delle lettere di vettura, io lo faccio fare sempre quando vado a far sviluppare i miei siti e-commerce, in questo modo si ha più tempo per l’imballaggio e l’assistenza.

E le 5 stelle sono quasi assicurate.

La strategia Seo e il Marketing

Ci sono moltissime attività di marketing che possono contribuire al successo della tua attività.

Tra quelle fondamentali ci sono SEO e SEA, acronimi di Search Engine Optimization e Search Engine Advertising che insieme sono tutte le attività, a pagamento e non, per far trovare più facilmente il suo sito web sui motori di ricerca.

Considerato che oggi, oltre il 80% degli e-commerce nel mondo è “invisibile” per Google, è di cruciale importanza che tu investa affinché il tuo store online rientri nel 20% restante delle prime pagine del tuo settore.

Anche per queste attività esistono specialisti di settore e come per qualsiasi altra professione è bene rivolgersi a loro per ottenere i risultati sperati.

Poi in base al tuo settore, si studia dove meglio appoggiarsi, a quale social puntare, su quale seo per marketplace spingere, se puntare sui comparatori o meno, ecc…

Bisogna studiare e analizzare, sempre… Non buttarti alla CARLONA lo dico sempre.

Contattami Per sviluppare il tuo E-commerce con Una Pianificazione Seo Adeguata al progetto o Per qualsiasi dubbio i consigli non si pagano!

Trattamento Privacy

12 + 11 =